Studio Notarile dott. Giulio Donegana
ADEMPIMENTI PER GLI EREDI

Dopo aver ereditato un immobile gli eredi devono ricordarsi

 

Dopo aver ereditato un immobile gli eredi devono ricordarsi

Pagamento dell’ICI (non per la prima casa):

Gli eredi devono pagare l'ICI:

  • a nome del defunto per tutti i mesi interi di possesso dello stesso nel corso dell’anno.
  • a nome degli eredi per tutti i mesi interi di possesso degli stessi nel corso dell’anno.

Il mese nel quale si è aperta la successione (data della morte) viene pagato:

  • a nome del defunto se la successione si è aperta entro il giorno 15 del mese;
  • a nome degli eredi se la successione si è aperta dal giorno 16 del mese.

Al coniuge spetta il diritto di abitazione nella casa adibita a residenza familiare, perciò solo il coniuge deve versare l'ICI sulla quota ereditata di tale casa.

L’ICI deve essere versata in due rate:

  • l’acconto, relativo al primo semestre dell’anno in corso, da pagarsi tra il 1° e il 30 giugno;
  • il saldo, relativo al secondo semestre dell’anno in coso, da pagarsi tra il 1° e il 20 dicembre.

Per avere ulteriori informazioni sull’applicazione dell’ICI consultare il sito www.dossier.net/ici/

Denuncia o comunicazione dell’ICI:

Gli eredi, oltre a pagare l’imposta, devono anche comunicare al Comune il cambio di proprietà dell’immobile

  • se il Comune ha approvato il regolamento di semplificazione, bisogna fare una comunicazione subito dopo l'apertura della successione.
  • se il Comune non ha approvato alcuna procedura semplificata, la comunicazione deve essere presentata con la dichiarazione ICI nell’anno successivo all'apertura della successione.

Per avere notizie sulla procedura adottata contattare l’Ufficio Tributi del Comune in cui si trova l’immobile o controllare sul sito dell’ANCI CNC

Dichiarazione del reddito:

Il reddito dell’immobile acquistato deve essere inserito nella dichiarazione dei redditi (Mod. 730 o Mod. UNICO) sia del defunto (salvo i casi di esenzione) che degli eredi da presentare l’anno successivo a quello di apertura della successione, in proporzione ai giorni di possesso dell’immobile, tenendo presente che al coniuge spetta il diritto di abitazione nella casa adibita a residenza familiare, perciò lui solo deve dichiararne il reddito.

Comunicazione ai fini della Tassa smaltimento rifiuti urbani:

Rivolgersi al Comune dove si trova l’immobile per la comunicazione della cessione dello stesso ai fini della tassa di smaltimento dei rifiuti urbani. Tale comunicazione deve essere fatta entro il 20 gennaio successivo al momento in cui è iniziata l’utenza.

Comunicazione all’eventuale Amministratore del Condominio:

Se l’immobile fa parte di un condominio l'acquirente deve comunicare all’Amministratore del condominio le generalità dei nuovi proprietari.

Allacciamento principali utenze

  • Energia elettrica: La richiesta di fornitura di energia elettrica può essere fatta telefonicamente e bisogna comunicare i dati del vecchio intestatario e la lettura del contatore oltre ai dati del nuovo intestatario. Sono previste riduzioni di tariffa per l'uso domestico residente, per ottenerle occorre far pervenire, all'ente fornitore, anche un certificato di residenza.
  • Gas: Rivolgersi all'Azienda erogante per ottenere le informazioni necessarie, dato che le procedure sono stabilite a livello locale.
  • Acqua: Rivolgersi all'Ufficio competente del Comune dove è stato acquistato l'immobile per ottenere le informazioni necessarie, dato che le procedure sono stabilite a livello locale.
  • Telefono: Contattare l'operatore di telefonia fissa preferito ed uniformarsi alle istruzioni che saranno fornite, normalmente si tratta di adempimenti semplici ed eseguibili a mezzo posta o anche per telefono.

 

Torna ad inizio pagina