Studio Notarile dott. Giulio Donegana
ADEMPIMENTI POST ATTO

ADEMPIMENTI PER I VENDITORI DOPO L'ATTO

ADEMPIMENTI PER GLI ACQUIRENTI DOPO L'ATTO

 

ADEMPIMENTI PER I VENDITORI DOPO L'ATTO


Dopo aver ceduto un immobile il venditore deve ricordarsi

Comunicazione di cessione di fabbricato:

Il venditore deve presentare la comunicazione di cessione di fabbricato (art. 12 legge 59/1978), compilata e consegnata dal Notaio al momento dell’atto, all’autorità locale di pubblica sicurezza:

  • se il Comune è sede di Questura, la comunicazione deve essere presentata alla Questura competente;
  • se il Comune non è sede di Questura, la comunicazione deve essere presentata ai Vigili Urbani del Comune stesso.

La comunicazione deve essere presentata (o spedita a mezzo raccomandata) entro 48 ore dalla consegna delle chiavi. Attenzione non sono previste proroghe in caso di giorni festivi.

Pagamento dell’ICI (non per la prima casa):

L’acquirente deve pagare l’ICI per tutti i mesi interi di possesso nel corso dell’anno. L'imposta per il mese nel quale è stato acquistato l’immobile viene pagato:

  • dal venditore se l’atto è stato stipulato entro il giorno 15 del mese;
  • dall’acquirente se l’atto è stato stipulato dopo il giorno 15 del mese.

L’ICI deve essere versata in due rate:

  • l’acconto, relativo al primo semestre dell’anno in corso, da pagarsi tra il 1° e il 30 giugno;
  • il saldo, relativo al secondo semestre dell’anno in coso, da pagarsi tra il 1° e il 20 dicembre.

Per avere ulteriori informazioni sull’applicazione dell’ICI consultare il sito www.dossier.net/ici

Denuncia o comunicazione dell’ICI:

Il venditore, oltre a pagare l’imposta, deve anche comunicare al Comune di aver venduto l’immobile

  • se il Comune ha approvato il regolamento di semplificazione, bisogna fare una comunicazione subito dopo l’atto.
  • se il Comune non ha approvato alcuna procedura semplificata, la comunicazione deve essere presentata con la dichiarazione ICI nell’anno successivo all’atto.

Per avere notizie sulla procedura adottata contattare l’Ufficio Tributi del Comune in cui si trova l’immobile o controllare sul sito dell’ANCI CNC

Comunicazione ai fini della Tassa smaltimento rifiuti urbani:

Rivolgersi al Comune dove si trova l’immobile venduto per la comunicazione della cessione dello stesso ai fini della tassa di smaltimento dei rifiuti urbani.

Comunicazione all’eventuale Amministratore del Condominio:

Se l’immobile venduto fa parte di un condominio il venditore deve comunicare all’Amministratore del condominio il passaggio di proprietà e le generalità dell’acquirente.

 
Torna ad inizio pagina
 

ADEMPIMENTI PER GLI ACQUIRENTI DOPO L'ATTO


Dopo aver acquistato un immobile l’acquirente deve ricordarsi

Cambio residenza:

L’acquirente che ha chiesto le agevolazioni per la prima casa e non ha ancora la residenza nel Comune in chi ha acquistato l'immobile, deve trasferire la residenza entro 18 mesi dall'acquisto (altrimenti decade dalle agevolazioni e deve pagare la differenza dell'imposta di registro, una penale pari al 30% su tale differenza e gli interessi).

Pagamento dell’ICI:

L’acquirente deve pagare l’ICI per tutti i mesi interi di possesso nel corso dell’anno.
Il mese nel quale è stato acquistato l’immobile viene pagato:

  • dal venditore se l’atto è stipulato entro il giorno 15 del mese;
  • dall’acquirente se l’atto è stato stipulato dal giorno 16 del mese.

L’ICI deve essere versata in due rate:

  • l’acconto, relativo al primo semestre dell’anno in corso, da pagarsi tra il 1° e il 30 giugno;
  • il saldo, relativo al secondo semestre dell’anno in coso, da pagarsi tra il 1° e il 20 dicembre.

Per avere ulteriori informazioni sull’applicazione dell’ICI consultare il sito www.dossier.net/ici

Denuncia o comunicazione dell’ICI:

L'acquirente, oltre a pagare l’imposta, deve anche comunicare al Comune di aver acquistato l’immobile

  • se il Comune ha approvato il regolamento di semplificazione, bisogna fare una comunicazione subito dopo la vendita.
  • se il Comune non ha approvato alcuna procedura semplificata, la comunicazione deve essere presentata con la dichiarazione ICI nell’anno successivo alla vendita.

Per avere notizie sulla procedura adottata contattare l’Ufficio Tributi del Comune in cui si trova l’immobile o controllare sul sito dell’ANCI CNC

Dichiarazione del reddito:

Il reddito dell’immobile acquistato deve essere inserito nella dichiarazione dei redditi (Mod. 730 o Mod. UNICO) da presentare l’anno successivo a quello di acquisto, in proporzione ai giorni di possesso dell’immobile.
Se l’acquirente ha contratto un mutuo ipotecario per l’acquisto dell’abitazione principale, propria o di suoi familiari, potrà detrarre dalla Dichiarazione dei Redditi relativa all’anno durante il quale ha pagato le rate del mutuo il 19% degli interessi passivi (nei limiti del valore dichiarato nell'atto di acquisto) e degli oneri accessori (imposta sostitutiva, imposta per l’iscrizione di ipoteca, le spese di istruttoria, di perizia e quelle notarili) pagati in dipendenza del mutuo, da ripartire tra tutti gli intestatari del mutuo.

La detrazione è ammessa a condizione che:

  • L’appartamento si stato adibito ad abitazione principale di tutti gli intestatari dell’immobile entro un anno dall’acquisto;
  • L’acquisto sia avvenuto nell’anno precedente o successivo alla data di stipulazione del mutuo.

Comunicazione ai fini della Tassa smaltimento rifiuti urbani:

Rivolgersi al Comune dove si trova l’immobile venduto per la comunicazione della cessione dello stesso ai fini della tassa di smaltimento dei rifiuti urbani. Tale comunicazione deve essere fatta entro il 20 gennaio successivo al momento in cui è iniziata l’utenza.

Comunicazione all’eventuale Amministratore del Condominio:

Se l’immobile acquistato fa parte di un condominio l'acquirente deve comunicare all’Amministratore del condominio le proprie generalità.

Allacciamento principali utenze:

  • Energia elettrica:
    La richiesta di fornitura di energia elettrica può essere fatta telefonicamente. Per i fabbricati di nuova costruzione occorre comunicare i dati anagrafici dell'intestatario, il numero del contatore, la potenza richiesta e l'indirizzo per il recapito delle fatture. Per il subentro invece in un'utenza già esistente, bisogna comunicare i dati del vecchio intestatario e la lettura del contatore oltre ai dati del nuovo intestatario. Sono previste riduzioni di tariffa per l'uso domestico residente, per ottenerle occorre far pervenire, all'ente fornitore, anche un certificato di residenza.
  • Gas:
    Rivolgersi all'Azienda erogante per ottenere le informazioni necessarie, dato che le procedure sono stabilite a livello locale.
  • Acqua:
    Rivolgersi all'Uffico competente del Comune dove è stato acquistato l'immobile per ottenere le informazioni necessarie, dato che le procedure sono stabilite a livello locale.
  • Telefono:
    Contattare l'operatore di telefonia fissa preferito ed uniformarsi alle istruzioni che saranno fornite, normalmente si tratta di adempimenti semplici ed eseguibili a mezzo posta o anche per telefono.

 
Torna ad inizio pagina